Dolci Lievitati

Panina Aretina (o panina gialla)

Non sapete cosa sia la Panina Aretina? Beh certo, è aretina, se non siete di Arezzo o dintorni è difficile conoscerla, ma probabilmente se siete qui è perché vi ha incuriosito o l’avete provata e la volete rifare. Intanto vi confermo che è un lievitato, ma non si tratta di qualcosa di complicato, anzi, estraneamente semplice e risultato eccezionalmente buono.
Non è ne un dolce ne un salato… è una pagnotta aromatizzata che noi mangiamo nell’antipasto del giorno di pasqua insieme ad un salume (tipicamente il salame o la finocchiona) le uova sode rigorosamente benedette e i famosi crostini toscani (crostini neri , rossi, verdi e chi più ne ha più ne metta).
Durante il periodo pasquale, invece, lo mangiamo un po’ a tutte le ore: dopo pranzo, a merenda, a colazione, … insomma è sicuramente un prodotto buono e sicuramente versatile!

La preparazione prevede un lievitino (una biga) ma se non volete fare questo doppio procedimento potete procedere anche con un solo impasto però dovrete aumentare il lievito.

Informazioni

Difficoltà: Facile
Dosi Per 3 Panine

Ingredienti

Ingredienti Biga

  • 100 gr farina Manitoba
  • 50 gr acqua
  • 5 gr lievito di birra fresco.

Ingredienti Preimpasto

  • 400 gr farina
  • 240 gr acqua (oppure 140 + 2 uova intere)
  • 10 gr lievito
  • 2 bustina di zafferano
  • 50 gr olio evo
  • 50 gr burro (temp. ambiente)
  • un cucchiaino di sale
  • 500 gr uvetta rinvenuta e ben asciugata
  • se si desidera, spezie: (pepe o anice)

Procedimento

Procedimento Biga: sciogliere il lievito nell’acqua, aggiungerlo alla farina e impastate fino a ottenere un impasto non liscio ma comunque omogeneo. Incidere a croce sulla superfice e lasciare lievitare fino al raddoppio (circa 1/2 ore). Se vogliamo usare meno lievito possiamo fare lo stesso impasto la sera prima e usare solo 2 gr di lievito fresco.

Procedimento Impasto: Per prima cosa sciogliere lo zafferano, ovvero prendete un po’ di acqua dai 240 gr totali (un bicchierino) e sciogliervi lo zafferano al suo interno. servirà più avanti.
Mettete quindi il PREIMPASTO nella planetaria, aggiungete la FARINA, il LIEVITO la restante ACQUA e iniziamo a impastare. Aggiungete quindi l’acqua con lo zafferano e impastate fino a che non incorpora bene gli ingredienti e inizia ad incordare.
A questo punto aggiungete l’olio e successivamente il burro a temperatura ambiente (io lo aggiungo a piccoli pezzi e non metto il successivo fino a che non ha incorporato il precedente) infine il sale.
Quando l’impasto sarà omogeneo aggiungiamo l’uvetta e lasciate impastare fino a quando vedrete che l’uvetta sarà ben incatenata nell’impasto.

PEZZATURE
rovesciate su un tavolo l’impasto e fate le pezzature. con questa dose ne vengono 3 da circa 500 gr l’una.
mettete a lievitare fino al raddoppio (circa 3 ore)

Cottura

informate a 180 e lasciate cuocere 30/35 minuti, fino a che non si scuriscono bene. forno statico.

Versione con Noci

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *