Dolci

Frittelle di riso toscane

Come tutti gli anni a carnevale si inizia a friggere. Qui in toscana ci sono molte ricette tipiche, quelle a cui io sono più affezionata sono i cenci (qui si chiamano così ma nel resto di Italia sono conosciuti come frappe, stracci, chiacchiere ecc) ma per me il carnevale è FRITTELLA DI RISO. in realtà è una ricetta che si estende fino al 19 marzo, perché è il dolce che per tradizione viene cucinato in relazione alla festa del Babbo, ma per essere sicuri di non sbagliare noi iniziamo con largo anticipo. L’impasto si divide in 2 tempi… meglio sarebbe friggere il giorno successivo perché il primo impasto deve riposare in frigo per amalgamare bene i sapori, ma se si viene colpiti dalla voglia di frittella… si fa un passaggio più rapido in freezer e si frigge anche in giornata.

Informazioni

Difficoltà: Facile
Dosi Per 40 Frittelle
Tempi preparazione: 30/40 minuti + 1 giorno riposo

Ingredienti

Ingredienti

  • 300 ml latte
  • 250 ml acqua
  • 100 gr zucchero
  • 200 gr Riso arborio
  • 2 Strisce di Scorza di limone
  • 2 Uova
  • 40 gr farina
  • Mezzo bicchierino vin santo (o liquore dolce tipo marsala o rum)
  • 1 cucchiaino lievito per dolci
  • Olio per friggere
  • zucchero per decorare

Procedimento

Per iniziare mettere i liquidi (acqua e latte) in una pentola insieme alla scorza di limone e portare a ebollizione il tutto. Aggiungere quindi il riso e cuocere fino a raggiungere metà cottura. Aggiungere quindi lo zucchero e portare la cottura al termine mescolando spesso onde evitare di farlo attaccare al fondo. La cosa importante sarà cuocere bene il riso che dovrà essere ben cotto.. Se avete la fortuna di avere un kenwood cooking chef o un bimby riuscirete a rilassarvi mentre qualcuno mescola per voi.
Una volta terminata la cottura l’impasto deve raffreddarsi e riposare in frigo almeno una notte così da inglobare bene tutti i sapori, ma se avete fretta… potete ridurre il riposo e farlo freddare con una pausa breve in congelaore. Saranno buone lo stesso non preoccupatevi.

Il giorno successivo (o comunque dopo il riposo) aggiungiamo gli ingredienti del secondo impasto e poi iniziamo a friggere

Riprendere quindi il primo impasto, aggiungere le uova intere,
il vinsanto, la farina e il lievito e mescolare tutto affinché l’impasto assorba tutti gli ingredienti. Se vi rendete conto che l’impasto non è della consistenza giusta per creare delle quenelle, aggiungete ancora un po di farina, ma non troppa, non deve essere colloso.

Cottura

Terminato di impastare mettere l’olio sul fuoco e iniziare a friggere.
una volta che la frittura è completata e le frittelle sono tiepide sarà possibile passarle sullo zucchero e servirle

Potrebbe piacerti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *